Il Comune di Marano Equo ha ufficializzato i gemellaggi culturali con il Comune Francese di La Clayette, con il Comune tedesco di Göllheim e con il Comune Polacco di Kozienice.
Nel periodo Estivo il Comitato dei Gemellaggi, istituito per gestire i rapporti e gli scambi culturali con i comuni gemellati, organizza la “Festa dei gemellaggi” con campus giovanili.

L’associazione “Comitato del Gemellaggio“ si costituisce d’obbligo nel 1991 per opera dell’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Dott. Giuseppe Zuccari che sancisce ufficialmente il patto di Gemellaggio triangolare fra i Comuni di Marano Equo per l’Italia, La Clayette per la Francia, Gollheim per la Germania. Cominciano da lì gli incontri fra i cittadini dei tre paesi secondo le regole approntate dalla Regione Lazio che legittima così una politica di
costituzione di una realtà Europea Comunitaria sotto vari aspetti: storia, economia, tradizioni.

Toccherà poi alla lunga gestione governativa del Sindaco Mario Occhigrossi e del suo staff a consolidare fattivamente e concretamente i rapporti fra i cittadini dei tre Paesi, e di seguito i Sindaci Giuseppe Ficoccilli e Franco Tozzi a sostenere l’opera intrapresa in tale direzione.

Il Comitato del Gemellaggio di Marano Equo ha uno statuto che regolarizza la sua legale elezione a scadenza quinquennale e cioè ogni qual volta si rinnova, attraverso la competizione elettorale, il gruppo di Governo del Paese. Gli scambi tra i tre Paesi sono stati e sono a tutt’oggi vitali e senza soluzione di continuità. Ogni anno infatti la popolazione si incontra in uno dei tre luoghi per ricevere o per essere ricevuta. Pur non essendo Marano Equo gemellato con la città polacca di Kozienice, gemellata invece con il distretto territoriale di Gollheim , è invalso il buon costume fra tutti i Comitati Maranesi che si sono succeduti, di onorare l’amicizia con questa città ospitandone una piccola delegazione nelle feste ufficiali di gemellaggio tenutesi a Marano.

Il soggiorno degli Amici Europei è organizzato presso le famiglie che si adoperano in momenti ricreativi d’insieme per rendere più efficace la coesione relazionale fra gli Ospiti. In questi eventi non c’è angolo di Marano che non viva una genuina e sentita atmosfera di familiarità Europea.

Allegato Dimensione
Report Finale Progetto L’ EUROPA CHE SA E’ L’EUROPA CHE VA 1.49 MB